penne dal libro il redeigiochi lapulcetraifornelli
FEATURED

Massimo, il “barrista” del BarLume  con le tipiche due “r” toscane, è uno dei personaggi più riusciti ed ironici nella categoria gialli/polizieschi italiani degli ultimi anni;  nato dalla penna del bravissimo Marco Malvaldi, che ho avuto il piacere di conoscere al Salone del libro di Torino, Massimo è il protagonista di una serie di romanzi ambientata nell’immaginaria cittadina toscana di Pineta.   UN PO’ DI TRAMA (NO SPOILER)  E’ il 2007 quando l’allegra compagnia del BarLume vede la luce editoriale con il romanzo “La briscola in cinque“ : eh sì, perché oltre a Massimo , laureato in matematica che a seguito di una

teglia triglie zucchine pecorino
FEATURED

La seconda ricetta in collaborazione con il caseificio Il Fiorino ha come ingrediente principale il pesce: filetti di triglia per la precisione ! Ho abbinato ad un pesce magro e leggero come la triglia due differenti tipi di Pecorino de Il Fiorino: il già utilizzato nei muffin  Pecorino Toscano DOP stagionato a latte crudo e La Riserva del fondatore, dal sapore ampio con note di frutta fresca e una pasta compatta e rigida con la presenza di micro cristalli, dovuti alla stagionatura. La Riserva del Fondatore è il formaggio creato da Simone Sargentoni e Angela Fiorini per dedicarlo al padre

pasta-con-le-sarde
FEATURED

La pasta con le sarde era un piatto che mancava sul blog … e anche sulla mia tavola 🙂  Da non crederci! Nonostante sia uno dei miei piatti preferiti non mi ero mai cimentata, anche perché in Piemonte è piuttosto difficile procurarsi il finocchietto selvatico . Questa volta è venuta in soccorso una mia cara amica di origini siciliane, che mi ha gentilmente “allungato” un pò di prezioso finocchietto (grazie Giulia!!) ; e così, trovate le sarde fresche al mercato , dopo aver controllato di avere in casa bucatini, uvetta e pinoli, mi sono finalmente messa all’opera. Il risultato è

hamburger-crocchette
FEATURED

Hamburger & crocchette di pesce: ecco la seconda ricetta  per il contest “Un mare di Marche” promosso dall’AIFB in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale CEA “Ambiente e Mare” della Regione Marche, con l’Associazione Accademia della Cultura e del Turismo Sostenibile  e dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Celso Ulpiani” di Ascoli Piceno”. Sono molto orgogliosa  di partecipare a questo contest in quanto non solo è un atto di solidarietà nei confronti di una regione colpita in maniera massiva dal sisma del 2016, ma anche perché sono una dei tre foodblogger scelti per creare una ricetta adatta ai bambini, proprio per invogliarli

FEATURED

Ecco la mia prima ricetta per il Food Contest “Un mare di Marche” , in collaborazione con l’ AIFB di cui sono socia: questo progetto mira a promuovere un’economia del mare sostenibile, quindi la piccola pesca, il pesce azzurro e le specie povere e massive della Regione Marche, in abbinamento con alcune delle eccellenze enogastronomiche dell’area “cratere” del sisma 2016. Sono orgogliosa di essere stata scelta tra i 25 foodblogger che si cimenteranno nella preparazione di due ricette aventi come protagonista il pesce e come ingredienti di contorno alcune delle prelibatezze del territorio; è una forte iniziativa a favore delle

involtini_platessa (2)
FEATURED

Le origini del Prosciutto di Modena DOP affondano in tempi lontani, probabilmente all’età del bronzo: le prime testimonianze storiche risalgono all’epoca dei Celti, che introdussero la pratica di conservare le carni con il sale, e dei Romani, che allietavano i loro banchetti con porchette e prosciutti. Il Prosciutto di Modena DOP per potersi fregiare del marchio deve essere prodotto secondo le regole previste dal disciplinare di produzione depositato presso l’Unione Europea. I requisiti richiesti sono i seguenti: la materia prima deve provenire esclusivamente da suini nati ed allevati in Italia la zona di produzione e le tecniche di lavorazione devono essere dettagliatamente

farro_arselle
FEATURED

  Adoro le arselle, ogni volta che le trovo al banco del pesce nel mio peregrinare al mercato del  paese in cui abito faccio festa; e la destinazione più naturale è quasi sempre un buon spaghetto, rigorosamente in bianco, e ovviamente ben al dente. Mi è capitato però di rivedere una carissima amica poco tempo fa, e abbiamo parlato (tra le altre 1000 e più 1000 cose) della fregola con le arselle, un piatto tipicamente sardo : la fregola é un formato di pasta di semola di grano duro che si presenta a palline e che si sposa alla perfezione

FEATURED

Cozza (o muscolo) è il nome comune con cui si indica il mitilo, un mollusco bivalve che vive nel Mar Mediterraneo. In Italia le cozze non vengono solo pescate, ma anche abbondantemente allevate, e sono base per un’infinità di preparazioni. In particolare quelle di scoglio, quindi non allevate, sono più piccole e molto più saporite, e si prestano maggiormente ad essere consumate alla marinara, in impepata, alla tarantina. Sono deliziose ripiene, farcite con un impasto a base di polpa di pomodoro, pangrattato, prezzemolo, origano, olio e poco sale; gratinate al forno, con l’aggiunta di Parmigiano Reggiano, sono un’autentica squisitezza. Possono