Le streghe delle Sorelle Simili

Le streghe, o in dialetto streia, sono tipiche della zona di Bologna e delle campagne circostanti: un tempo, infatti, i fornai, per verificare che il forno fosse giunto alla temperatura ideale per iniziare ad infornare il pane, preparavano una sottile sfoglia di pane, condendola con olio di oliva e sale grosso.

A seconda di come la sfoglia reagiva alla temperatura del forno si cominciava ad infornare il pane; ma siccome spesso questa sfoglia si bruciava, venne chiamata strega.

La ricetta, che forse è assieme all’angelica la più famosa delle Sorelle Simili, è un pochino laboriosa nel momento in cui si deve tirare la pasta con l’apposita macchinetta: il mio personale consiglio è di riuscire a tirarla più sottile possibile, così che le vostre streghe rimangano ben croccanti!

Le streghe sono ottime da sole come snack al posto dei crackers commerciali; come antipasto in un menù, da accompagnamento con salumi e formaggi spalmabili in un aperitivo tra amici.

Un’unica raccomandazione: fatene in quantità perché spariranno velocemente!!

streghe-crackers-casalinghi_lapulcetraifornelli

La ricetta.

Io ho alleggerito la versione delle Sorelle Simili, sostituendo il grasso principale della ricetta, ovvero lo strutto, con l’olio extravergine di oliva. Inoltre ho anche ridotto la quantità di lievito di birra e allungato i tempi di lievitazione, così da ottenere un prodotto davvero leggero !

  • 500 g di farina 00
  • 250 g di acqua a temperatura ambiente
  • 6 g di lievito di birra
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • 12 g di sale
  • olio di oliva per pennellare le streghe
  • sale fino da cospargere

Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida.

In una ciotola versate la farina e fate un buco al centro, a mo’ di fontana.

Versate l’acqua con il lievito e l’olio e cominciate ad impastare. Quando i liquidi saranno quasi completamente assorbiti, unite il sale.

Lavorate l’impasto per 8-10 minuti, poi mettetelo in una ciotola pulita, copritelo con un canovaccio e fate lievitare per due ore.

Trascorso il tempo, la vostra palla dovrebbe essere raddoppiata di volume: staccatene un pezzetto senza più lavorare l’impasto, mettetelo su un piano di lavoro infarinato, appiattitelo con un matterello non troppo sottile, cospargetelo di farina, raddoppiatela, tiratela di nuovo con il matterello.

Lo spessore deve essere uguale o inferiore allo spazio che separa i due rulli nella loro apertura massima.

Tirate il pezzo di pasta sottile passandolo in uno spazio intermedio e fermandovi al penultimo.

Tagliate ora la vostra striscia a losanghe se l’avete con una rotella dentellata (io non avendola ho tagliato le streghe con un coltello affilato).

Posizionatele su una placca coperta da carta forno, cospargetele di sale e spennellatele con olio di oliva.

Mettete in forno già caldo a 210° per 10 minuti

ATTENZIONE : I TEMPI DI COTTURA DIPENDONO MOLTO DALLO SPESSORE DELLE VOSTRE STREGHE, PERTANTO INIZIATE A DARE UN’OCCHIATA A PARTIRE DAI 5′!!!!!

Quando saranno pronte, sistematele su un vassoio coperto da carta da cucina, fate raffreddare e consumatele !!

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.