Ciambelline paradiso

Sapete quando venite colti dalla frenesia dell’acquisto e alla fine compri una cosa che ti sembra sia indispensabile per la tua casa, la cucina ecc ecc……. e poi quando arriva riesci a metterla via praticamente con tutto l’involucro senza nemmeno aprirla? e

E, ancor peggio, ti ricordi di lei solo quando la trovi, così per caso, in fondo ad un ripiano, e decidi finalmente di usarla? 

Ecco, questa è la storia di uno stampo per ciambelline comprato credo qualche mese fa, assolutamente indispensabile, e alla fine utilizzato solo ieri ! Se mio marito legge questo post sono spacciata !! 🙂 

Però le ciambelline sono veramente venute bene e gli sono piaciute molto … 

La dose che vi lascio è per uno stampo della Myunit e vengono giuste giuste 12 ciambelline 🙂 

La ricetta: 

Ingredienti: 

  • 125 g di burro morbido più un po’
  • 125 g di zucchero a velo più un po’
  • 80 g di farina 00 più un po’
  • 65 g di fecola di patate
  • 45 g di tuorli
  • un uovo intero (deve pesare 60 g )
  • un cucchiaino di scorza di limone non trattato
  • 2 g di lievito per dolci
  • sale 
  • semi del baccello di vaniglia

Montate con le fruste elettriche il burro tagliato a pezzetti insieme allo zucchero a velo; se avete la planetaria usate la frusta a foglia.

Unite i semi del baccello di vaniglia e la scorza di limone fino ad ottenere una spuma soffice; aggiungete i tuorli e l’uovo precedentemente sbattuto con un pizzico di sale e proseguite a montare.

Infine aggiungete la farina, la fecola e il lievito setacciati. 

Mescolate delicatamente, quindi distribuite il composto nello stampo a ciambella ben imburrato e infarinato ( in alternativa potete usare lo staccante per torte !), aiutandovi con un cucchiaino o ancora meglio la sac-à- poche.

Infornate a 170° per 20′; poi lasciate raffreddare per 10′ prima di capovolgere le ciambelline su una gratella per farle raffreddare completamente. 

Spolverate con zucchero a velo e servite.

ciambellina alla vaniglia_lapulcetraifornelli

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.