Orzo, pomodorini e tapenade

L’estate sta finendo, e un anno se ne va…… 

Beh, quasi. E l’estate stava finendo senza che io avessi fatto la mia insalatina di orzo estiva ! Adoro l’orzo, lo trovo un ottimo sostituto del riso, mi piace molto la consistenza ed è facilmente abbinabile con molti tipi di verdura oppure pesce, come in questa insalatina di orzo con il pescespada .

Questa volta ho deciso di condire l’orzo in insalata con una salsa che avevo fatto qualche tempo fa, mi era piaciuta moltissimo ma poi non l’avevo più rifatta. Ho così spulciato il ricettario del grande Gualtiero Marchesi ed eccomi qui con la sua versione della tapenade.

La tapenade è una salsa dai sapori a me molto cari, ovvero olive (taggiasche o provenzali), capperi sotto sale, acciughe, limone. Pochi ingredienti che mixati insieme ad un ottimo olio d’oliva e un pizzico di sale danno forma a questa salsina saporita e adatta a diversi tipi di preparazione: io ho condito l’orzo freddo, ma vorrei provarla semplicemente spalmata sui crostini di pane leggermente abbrustolito, oppure su coste di sedano o foglie di indivia belga come aperitivo.

Ideale per il pinzimonio oppure come condimento ai peperoni arrostiti, insomma, la tapenade è talmente buona che ci condirei anche la pasta ! 🙂 

orzo_pomodorini_tapenade

Orzo, pomodorini e tapenade

Una salsa dai sapori mediterranei accompagna quest’insalatina estiva di orzo con i pomodorini: successo garantito ! 

Piatto Main Course
Cucina Italian
Keyword orzo, tapenade
Preparazione 15 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 40 minuti
Porzioni 2 persone
Calorie 280 kcal

Ingredienti

  • 200 g orzo perlato
  • 10 pomodorini gialli
  • 10 pomodorini rossi
  • sale grosso
  • olio extravergine piccante se piace!
  • 10 olive taggiasche
  • una costa sedano

Per la salsa tapenade

  • 200 g olive taggiasche
  • 120 g filetti di acciuga dissalati
  • due cucchiai capperi sotto sale
  • succo di un limone
  • due bicchieri olio di oliva
  • pepe

Istruzioni

  1. Lavate ripetutamente l’orzo sotto l’acqua; mettete a bollire una pentola con abbondante acqua, salatela leggermente e tuffate l’orzo. Fate cuocere per 25′, scolatelo e versatelo in una insalatiera con un filo di olio. Fate raffreddare.

  2. Nel frattempo preparate la salsa: sciacquate i capperi per eliminare il sale, poi versate tutti gli ingredienti nel frullatore. Frullate prima a bassa velocità, poi per qualche attimo ad alta, fino ad ottenere una salsa omogenea della consistenza di una purea. Tenete da parte al fresco.

  3. Mondate il sedano, tagliatelo a rondelle. Lavate i pomodorini e tagliateli in quattro.

  4. Condite l’orzo con le verdure e la salsa, mescolate bene, versate un filo d’olio extravergine (se vi piace piccante) e servite subito.

Curiosità : la tapenade è una specialità provenzale, chiamata anche caviar de Provence (tapena è infatti il nome del cappero che, nonostante non sia l’ingrediente principale, dà il nome di battesimo alla salsa) . 

L’origine di questa salsa è piuttosto antica, già due secoli prima della nascita di Cristo si hanno notizie di una salsa a base di olive ed erbe aromatiche. Solo grazie al cuoco provenzale Jean Baptiste Reboul questa salsa è stata arricchita (nonché ingentilita) e resa famosa in tutto il mondo. 

Non deve essere  mai riscaldata e potete conservarla in frigorifero dopo averla messa in un barattolo di vetro coperta con un dito d’olio e chiusa ermeticamente.

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.