Polpo in vasocottura

Mi ha sempre incuriosito la vasocottura come metodo di cottura degli alimenti: una via di mezzo tra vapore e cartoccio, la vasocottura è decisamente scenografica e permette di preservare le qualità organolettiche degli alimenti, oltre che alla consistenza, ai profumi e ai sapori.

E per di più la vasocottura consente cotture con pochissimi grassi aggiunti, cosa da non sottovalutare anche in previsione della prova costume 🙂 . Ma come funziona la vasocottura è cosa si può cucinare?

Dopo aver letto un interessante articolo su Sale&pepe, mi sono documentata anche un po’ sul web, scoprendo che il metodo della vasocottura è come il  bagnomaria: si tratta infatti  di riempire dei barattolini ermetici con gli alimenti desiderati e cuocerli immersi in acqua.

Cosa cucinare con la vasocottura? Beh, innanzitutto verdure, pesce, carni bianche, addirittura qualche dolcino: insomma, tutto ciò che viene generalmente cotto a vapore potete provarlo in vasocottura .

La mia prova con la vasocottura ha visto come protagonista il polpo, che ho sbollentato però prima per 15′ in acqua bollente, per non rischiare che rimanesse troppo al dente; ho provato due versioni, una con peperoni leggermente piccante, mentre l’altra in stile caponatina, con melanzana, uvetta e pinoli.

Per condire: un filo di olio extravergine di ottima qualità e tante erbe aromatiche. Risultato? Delizioso e profumatissimo, ve lo consiglio vivamente !

caponatina_polpo_vasocottura

Ingredienti per 4 vasetti da 2 dl:

  • un polpo da 700 g circa
  • un piccolo peperone
  • 1/2 cipolla rossa
  • 6 pomodorini datterino
  • 1/2 melanzana piccola
  • un cucchiaio di uvetta
  • un cucchiaio di pinoli tostati
  • Erbe aromatiche fresche a piacere: io ho utilizzato timo e timo limonato, rosmarino, menta
  • aceto di mele
  • sale, un pizzico di peperoncino, pepe
  • olio evo
Tempo di preparazione : 1 ORA

Procedimento:

Lavate e pulite il polpo, togliete occhi e bocca e sciacquate bene sotto l’acqua. Fate cuocere il polpo in acqua bollente leggermente salata  per 10′ , scolatelo e tagliatelo a pezzetti.

Preparate i vasetti per la vasocottura : in due vasetti mettete sul fondo i pomodorini datterini lavati e tagliati a pezzi, poi aggiungete qualche anello di cipolla tagliata finemente, il peperone tagliato sottile, salate leggermente e unite i pezzetti di polpo.   Aggiungete le erbe aromatiche, un pizzico di peperoncino e un cucchiaio di olio.

Negli altri due vasetti mettete la melanzana, lavata e tagliata a pezzetti, l’uvetta precedentemente ammollata e i pinoli; aggiungete come prima i pezzetti di polpo, le erbe aromatiche, un pizzico di sale, foglioline di menta, un cucchiaio d’olio e un cucchiaino di aceto di mele.

Posizionate i vostri barattoli all’interno di una pentola (io li ho avvolti in uno straccio per sicurezza ) poi versate dell’acqua fino a metà. Mettete a cuocere sul fornello a fiamma moderata per circa 40′ ; poi scolate con molta attenzione i barattoli dall’acqua e serviteli ai vostri ospiti, farete un figurone !

metodo_vasocottura

4 Comments

  • Posted 27 Marzo 2019
    by Ila

    Ciao,
    La tua ricetta mi ispira molto e vorrei replicarla.
    Il polpo cuocendolo 15 minuti prima e poi in vasocottura diventa molto tenero??

    • Posted 27 Marzo 2019
      by Chiara Lazzarin

      Ciao! Ti confermo le tempistiche per un polpo di quel peso, se proprio lo volessi molto tenero ti potrei consigliare di sbollentarlo per 20’ per sicurezza 🙂

      • Posted 27 Marzo 2019
        by Ila

        Grazie mille Chiara, gentilissima.
        Ti farò sapere com’è andata!

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.