Stinchi di maiale al forno laccati al miele

Un secondo piatto molto particolare la proposta della Pulce per questa domenica di festa : stinchi di maiale al forno laccati al miele! 

Questo è un piatto davvero squisito, che vi farà fare un figurone con i vostri ospiti; inoltre , potrete preparare gli stinchi in anticipo, e scaldarli all’ultimo momento, così da potervi godere in tutta tranquillità il pranzo con parenti ed amici. Allora, proviamo insieme questa ricetta , che è molto più facile di quanto si possa pensare !

Ingredienti per quattro persone :

  • due stinchi di maiale da circa 1 kg
  • una piccola cipolla
  • 1/2 carota
  • una costa di sedano
  • qualche foglia di alloro
  • uno spicchio di aglio
  • un rametto di rosmarino
  • due bicchieri di vino bianco
  • due cucchiai di miele
  • olio d’oliva
  • sale
  • pepe

Difficoltà : facile

Pulite gli stinchi dal grasso e dai filamenti in eccesso con un coltello (facendo bene attenzione!)

Mondate e lavate le verdure. Tritatele finemente con il mixer.

In un grosso tegame, versate abbondante olio di oliva. Unite le verdure, le erbe aromatiche e lo spicchio di aglio, fate soffriggere per qualche minuto.

Aggiungete gli stinchi e fateli rosolare con le verdure da tutte le parti.

Una volta che la carne sia colorita, aggiungete il vino bianco e fate sfumare a fiamma vivace, poi abbassate la fiamma al minimo, mettete il coperchio e fate cuocere per almeno due ore.

Controllate gli stinchi ogni tanto, il fondo non si deve mai asciugare completamente; in caso, aggiungete un pochino di acqua tiepida (un paio di cucchiai).

Trascorso il tempo, prelevate gli stinchi dal tegame di cottura e metteteli in una pirofila che vada in forno.

Accendete il forno a 200°. Versate sugli stinchi il miele due cucchiai di fondo di cottura.

Fate rosolare gli stinchi in forno per una mezz’ora; poi, girateli e finite la cottura per altri 30 minuti.

Sfornate e servite con un contorno di patate o insalata fresca.

stinco di maiale

I consigli della Pulce :vi propongo questa ricetta per il pranzo di Pasqua , ma potrebbe essere un’alternativa alla classica grigliata di Pasquetta , nel caso in cui il tempo, ahimé, non sia bello, o per tutti coloro che non possono fare la merenda nei prati !

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.