Kay Scarpetta e la pizza all’italiana

Il debutto di questo amatissimo personaggio ,nato dalla penna della scrittrice americana Patricia Cornwell (nella foto in basso ), avviene nel 1990 con il romanzo “Postmortem”: la dottoressa Scarpetta assume l’incarico di direttrice dell’ istituto di medicina legale in Virginia , e allo stesso tempo viene coinvolta nel suo primo caso.

images


Kay Scarpetta e’ un’ anatomopatologa , possiede, oltre a quella in medicina, una laurea in giurisprudenza ; e’ affascinante, tosta, ha circa quarant’anni anni , e’ bionda con gli azzurri ( la fisionomia ricorda molto la scrittrice che l’ ha creata); ma soprattutto ha origini italiane, più precisamente del nord Italia, della provincia di Verona.

Sin dal primo romanzo viene affiancata da altri personaggi che i fans conoscono bene: il detective Pete Marino, rozzo e scorbutico ma dotato di un ottimo fiuto investigativo, braccio destro di Kay nelle indagini; la nipote Lucy, un piccolo genio informatico che crescerà di romanzo in romanzo tanto da finire assunta ( e mandata via in seguito ) dall’ FBI a causa di una relazione con una pericolosa serial killer.

Kay Scarpetta convolerà a nozze due volte durante la copiosa produzione della sua autrice : la prima volta sposerà Mark James, un agente dell’ FBI , e successivamente Benton Wesley , esperto di profili criminali e capo dell’ unità di scienze comportamentali.

Dal 1990 al 2013 , la dottoressa e’ protagonista di ben 20 romanzi con una trama decisamente avvincente : Kay si troverà , oltre ad eseguire autopsie minutamente descritte, a lottare contro pericolosi serial killer come Temple Gault ,Carrie Grethen o Jean Baptiste Chandonne, detto anche le Loup Garou , che porterà le indagini di Marino e Kay  a Parigi.

Come si rilassa Kay Scarpetta una volta terminate le indagini? Ovviamente cucinando, in omaggio alle sue origini italiane ! Ed eccoci alla ricetta che la Pulce ha scelto e preparato in onore della dottoressa : la pizza peperoni e funghi

Citazione tratta dal libro “Postmortem” :

download

” La cucina era un piacere per il quale non avevo quasi mai tempo e sebbene la cucina italiana non sia il mio unico amore è sempre stata quella che mi dà più soddisfazioni…

Finii di sciacquare i peperoni verdi, i funghi e le cipolle , li asciugai e li disposi sul tagliere . Sul fornello sobbolliva la salsa che avevo preparato l’ estate prima con pomodori freschi , basilico, origano e diversi spicchi di aglio schiacciati …


Alcuni pezzi di salsiccia stavano asciugando su un foglio di carta … Sulla credenza c’era un impasto di farina di grano duro che stava lievitando sotto un asciugamano umido; in una terrina c’erano dei pezzettini di mozzarella di latte intero , importata da New York…”

La ricetta :

Ingredienti per una teglia da forno:

Per la pasta :
500 gr di farina bianca , 25 gr di lievito di birra, un cucchiaio di olio evo, sale, acqua
Per il condimento :
Una piccola cipolla bianca, 200 gr di passata di pomodoro, un peperone verde, 50 gr di salsiccia, 30 gr di funghi surgelati, due mozzarelle da 100 gr , origano, sale

Prepariamo l’ impasto : sciogliamo il lievito con mezzo dl di acqua a temperatura ambiente , uniamo due cucchiai di farina e mescoliamo fino a quando non otteniamo una pastella e lasciamo lievitare per 30 minuti. Versiamo sulla spianatoia la restante farina, , uniamo la pastella, ancora 2 dl circa di acqua , l’ olio e il sale.

Impastiamo energicamente il tutto fino a quando la pasta sarà omogenea e non si appiccicherà più alle dita ; formiamo una palla e facciamola lievitare coperta da un panno pulito per due ore.
Nel frattempo arrostiamo il peperone su una piastra , lasciamolo raffreddare e spelliamolo; tagliamolo a listarelle. Facciamo cuocere i funghi con filo d’ olio e uno spicchio d’aglio; facciamo raffreddare e tagliamoli grossolanamente. Affettiamo finemente la cipolla. Tagliamo la salsiccia a tocchi di circa 1,5 cm ; infine tagliamo a tocchetti le mozzarelle.

Condiamo la polpa di pomodoro con un pizzico di sale e uno di origano ; stendiamo la pasta su carta da forno della grandezza della teglia e iniziamo a condire: prima la polpa di pomodoro, poi la mozzarella e a seguire gli altri ingredienti in maniera abbastanza uniforme. Scaldiamo il forno a 200° e facciamo cuocere la pizza per circa 20/25 minuti .

Sforniamo e concediamoci questa bontà , magari leggendo qualche pagina delle avventure della Dottoressa Scarpetta !!

Bibliografia : “Postmortem” di Patricia Cornwell ; “La cena di Natale: a tavola con Kay Scarpetta” ; Wikipedia

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.