Il cibo dei fumetti

Il cibo è un argomento molto serio, e oggi è proposto fino allo sfinimento in reality show, programmi televisivi, libri, ricettari e tanto altro. Ma il cibo è sempre stato un argomento cardine , dalla notte dei tempi: persino nei fumetti !!!


Eh sì, alzi la mano chi non ha mai associato agli spinaci l’immagine del forzuto Braccio di ferro ; ma accanto al marinaio c’è anche l’amico Poldo , spalla di molte avventure ed implacabile divoratore di panini, tanto da poter essere considerato un testimonial antesignano dei fast-food .

download (4)

Come non ricordare , inoltre, Asterix ed Obelix e le loro grigliate di cinghiale , monumentali arrosti che coronavano il banchetto finale di ogni storia ??

asterix-obelix-cinghiale

Nel mondo di Walt Disney, invece, padroneggia in cucina la mitica Nonna Papera, con le sue crostate puntualmente divorate da Ciccio, il suo aiutante capace di mangiare per 50 paperi !

download (1) (1)

Ma ne “Il manuale delle giovani marmotte ” troviamo diverse ricette ispirate ai personaggi  Disney : l’insalata di pollo alla Gastone, gli gnocchi di Paperino e i pop corn di Cip &Ciop. Sempre in quest’ambito , ricordiamo anche i monumentali piatti di spaghetti con polpette preparati da Trudy al marito Gambadilegno , per rifocillarsi dopo una rapina! Persino Eta Beta ha una passione culinaria : monocorde, certo, ma se si accontenta di qualche pallina di naftalina,  che male c’è?  E come dimenticarsi di Super Pippo: in quanti  hanno sognato di calarsi nelle vesti di super eroe sgranocchiando spagnolette?

Tornando indietro di qualche anno, invece, soprattutto i ragazzi si ricorderanno dei pranzi tipicamente western di Tex Willer, amante delle mega bistecche in puro stile americano ; e che dire di Zagor, uscito dalla mente mitica di Sergio Bonelli, e dei suoi pranzi frugali nella foresta di Darkwood.

Negli ultimi anni , invece, il protagonista della cucina e del cibo in versione animata è senza alcun dubbio il famoso topo di Ratatouille , cioè Remy, che ha un grande sogno, quello di cucinare a Parigi, accanto al suo idolo, il famoso ed eccentrico chef francese Auguste Gusteau.

E ancora: possiamo non citare gli amici Puffi e le meravigliose torte di Puffo pasticcere? Ammessa e non concessa anche l’arte di Gargamella nel preparare pozioni magiche , naturalmente !!   Infine, degno di nota è il famoso sushi di Marrabbio, il papà di “Kiss me Licia” ; e gli spaghetti divisi romanticamente da Lilli e Vagabondo nel famoso cartone animato di qualche anno fa .

Buon appetito e buona lettura !

Bibliografia : “La cucina italiana” , “Topolino” , “La Stampa” , “Lilli & il Vagabondo”, “I Puffi”,  “Ratatouille”, “Tex Willer” , “Zagor”

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.