Polpo guacamole, brunoise di pomodorini

POLPO GUACAMOLE
POLPO GUACAMOLE
Il polpo oggi incontra il gusto di un frutto esotico , con una salsina rivisitata dal sapore delicato ma deciso : il guacamole !!

Polpo guacamole, brunoise di pomodorini

Premetto che sono talmente entusiasta di questo piatto che diventerà il mio cavallo di battaglia (ebbene sì, mi sono innamorata). Il tutto nasce dalla solita incursione di una Pulce in pescheria, dove la mia amica Fiorella mi suggerisce , come sempre del resto, l’acquisto di un pesce piuttosto che un altro ; ma la mia attenzione è stata attirata da un magnifico polpo che mancava già da un pò sulla mia tavola, ed era stato richiesto a gran voce dal mio consorte. Pertanto eccomi in cucina con il mio polpo, ed eccomi di fronte al quesito giornaliero : come lo cucino stavolta? Ed è a quel punto che l’occhio cade sul portafrutta, dove fa bella mostra di sé un avocado acquistato per altri scopi ; ci scrutiamo per un istante (io e l’avocado) e decidiamo che il condimento del mio octopus vulgaris sarà una salsina guacamole rivista accompagnata da una brunoise di pomodorini. Perché brunoise? Perché innanzitutto voglio complicarmi la vita, altrimenti non ci sarebbe gusto, e poi perché mi piaceva presentarlo così!

Ma bando alle ciance , ecco la ricetta di questo magnifico piatto che vi permetterà di fare un figurone con i vostri ospiti!!!!!

IMG_0839

 

Ingredienti per due persone :

un polpo di circa un kg

due pomodori non troppo maturi

una cipolla

una costa di sedano

una carota

pepe in grani

una manciata di sale grosso

due foglie di alloro

 

Per la salsa guacamole : un avocado, il succo di un limone, un cipollotto rosso , 1/4 di spicchio d’aglio (a piacere), olio evo, un cucchiaio di prezzemolo, un cucchiaino di peperoncino, sale .

Olive taggiasche e prezzemolo tritato per guarnire.

 

Mettiamo sul fuoco una pentola piena d’acqua, dove andremo ad aggiungere la cipolla, la costa di sedano, la carota lavati e mondati, il sale , il pepe in grani e le foglie di alloro. Portiamo ad ebollizione , prendiamo il polpo che avremo pulito bene sotto l’acqua, togliendo la bocca dal centro , la sacca con gli occhi e asportando le interiora dalla sacca e immergiamo i tentacoli nell’acqua bollente più volte perché si arriccino ; è solo un consiglio per rendere la presentazione più gradevole, questo passaggio non va ad incidere in alcun modo sul gusto della preparazione. Immergiamo completamente il polpo nella pentola e facciamolo cuocere per circa 40/50 minuti ; per sapere se è pronto infilzatelo con i rebbi di una forchetta .

Nel frattempo ci dedichiamo alla salsa : laviamo e spelliamo l’avocado, eliminiamo l’osso centrale dalla polpa e la tagliamo a tocchetti ; versiamo sopra qualche goccia di succo di limone perché non annerisca e teniamo da parte. Tagliamo a tocchetti anche il cipollotto, poi versiamo il trito in un mixer , aggiungendo la polpa di avocado, il restante succo di limone, l’aglio , 4 cucchiai di olio evo, il prezzemolo, il peperoncino e il sale. Frullate la salsa , assaggiatela : aggiustate di sale e di peperoncino a vostro gusto , nel caso in cui fosse poco densa aggiungete ancora due cucchiai di olio e frullate ancora. Mettete da parte in un contenitore in frigo.

Ora prendiamo i pomodori , laviamoli ,tagliamoli a metà e togliamo la polpa interna e i semi : a questo punto tagliamoli in fettine sottili, da cui ricaveremo piccolissimi tocchetti , possibilmente tutti uguali , di circa 2 mm, chiamata appunto brunoise.

Condiamo i pomodori con un filo di olio, un pò di sale e mettiamo da parte.

Trascorso il tempo di cottura , spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare il polpo nella sua acqua ; poi lo scoliamo, gli diamo una pulita grossolana per togliere la pelle nera e lo tagliamo a tocchetti. Lo condiamo con un filo di olio , sale e pepe e teniamo da parte.Prendete ora il vostro piatto di portata e , con l’aiuto di un coppapasta tondo , fate uno strato di polpo, poi uno strato di salsa guacamole e così via fino ad aver completato la vostra “torretta” ; lasciate riposare qualche istante , mentre con un coppapasta più piccolo e magari a stantuffo fate un’ altra “torretta” a fianco del polpo dei pomodorini.

Levate entrambi i coppapasta, guarnite il piatto con olive e prezzemolo tritato e godetevi questo piatto spettacolare !!!!

Buon appetito!!!!

Se vuoi altre idee per preparare il polpo , clicca qui :   insalatina di polpo con melagrana   oppure con il riso (risotto al polpo ) e ancora con la pasta (pasta alle 3 P)  !

Curiosità : questa ricetta appare anche nel sito di Chef Simone Rugiati , nella sezione Foodloftit ….. Clicca qui per curiosare!!!!

 

Altro Chiara Lazzarin

Mini quiche con carciofi e salsiccia piccante

Era da tantissimo tempo che volevo provare una versione “mini” della torta...
Continua la Lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *